La fase di arretramento del listino è ancora in piena evoluzione.

Il mese di maggio sta rappresentando per la Borsa LME il riposizionamento generale dei prezzi USD degli “industriali” ai livelli di inizio anno.

Un gap che resta positivo rispetto all’indice LMEX di circa due punti percentuali sul periodo 2022, ma che evidenzia un’incisiva azione di arretramento di tutte le quotazioni dei metalli del 16% rispetto al picco massimo di evoluzione dei prezzi del listino registrato nella seconda settimana di marzo.

Le ragioni di questi ribassi sono principalmente due, una di carattere macroeconomico, riguardante la contrazione globale della domanda di metalli, l’altra di natura finanziaria, all’indomani dell’intervento della Federal Reserve sui tassi di interesse, che renderà più oneroso prendere in prestito denaro per dar vita ad azioni di carattere speculativo in ambito LME.

back to top